HOME     

coltivare

vedere

leggere

acquistare



news

articoli

links

map

appuntamenti



forum

group

chat

contact

Orchidando.forum

Il forum delle Orchidee
Oggi è 26 nov 2020, 20:23

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 171 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 12  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: coelogyne cristata
MessaggioInviato: 20 set 2011, 22:23 
Non connesso
veterano
veterano

Iscritto il: 31 lug 2009, 16:10
Messaggi: 689
Località: desenzano del garda
è già ora di toglierla dalla serra? se la lascio all'esterno avrà un calo di temperature molto naturale, va bene?
quando poi la temperatura esterna sarà troppo bassa ( 8-10 ) la porto in locale non riscaldato, luminoso a circa 10° di media, insieme ai dendro, e mi scordo l'acqua...
tutto questo è corretto?
grazie
ciao
su


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: coelogyne cristata
MessaggioInviato: 21 set 2011, 0:17 
Non connesso
VIP
VIP

Iscritto il: 9 giu 2007, 15:00
Messaggi: 3740
Località: Napoli
Direi di si, se fosse mia con le tue temperature la metterei fuori, probabilmente lo avrei già fatto ad inizio mese.
Comunque in autunno devi già ridurre le annaffiature e poi sospenderle in inverno, salvo piccole umidificazioni al substrato in caso di raggrinzimento degli pseudobulbi.
In pratica come i cymbidium ibridi, d'altra parte i genitori di quest'ultimi provengono dalle stesse località.

_________________
Immagine
Le mie orchidee Associazione orchidee AMAO


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: coelogyne cristata
MessaggioInviato: 21 set 2011, 9:28 
Non connesso
veterano
veterano
Avatar utente

Iscritto il: 17 lug 2008, 14:48
Messaggi: 798
Località: Parco del Ticino (Mi)
:) mi inserisco anche io con qualche domanda, che volevo fare da qualche giorno

intanto spiego come la tengo

da quando l'ho presa, a giugno, l'ho lasciata in giardino, all'ombra, ha 4 bulbi nuovi belli gonfi con qualcosa che spunta ai lati
sono le spighe floreali o nuovi bulbi? o potrebbero essere uno o l'altro indifferentemente? (nel senso che li fanno comunque in questo periodo e si vedrà poi cosa sono)

io pensavo di lasciarla fuori fino a fine ottobre, insomma giusto finchè non gela, spostandola in una posizione meno ombreggiata, in modo da avere qualche grado di massima in più

...la sto trattando proprio come i cymbi, a parte l'ombra, che i cymbi ne prendono meno


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: coelogyne cristata
MessaggioInviato: 21 set 2011, 9:34 
Non connesso
VIP
VIP

Iscritto il: 9 giu 2007, 15:00
Messaggi: 3740
Località: Napoli
Ciao Spulky, le gemme restano inattive per molto tempo (fino a primavera) quindi potrebbero essere anche fiori.

_________________
Immagine
Le mie orchidee Associazione orchidee AMAO


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: coelogyne cristata
MessaggioInviato: 21 set 2011, 11:45 
Non connesso
VIP
VIP

Iscritto il: 21 ott 2005, 23:34
Messaggi: 10580
Località: Provincia di Bergamo - mt 550 slm - zona climatica 7b (USDA)
Ciao,

la mia di solito proprio nel mese di *settembre* emette i getti floreali ed infatti come un orologio svizzero sono già in formazione.
L'anno scorso è stata divisa e rinvasata saltando la fioritura.

La coltivo sempre all'esterno per tutta la bella stagione insieme a tutte le altre piante normali, riceve acqua con fertilizzante quasi tutti i giorni + tutta l'acqua che cade dal cielo quando arriva, riceve sole diretto dall'alba fino le 14 circa, ora anche di più.
Naturalmente la pianta deve essere abituata a ricevere sole.

E' la pianta stessa e le temperature che dicono quando rallentare le innaffiature. La mia lo sta chiedendo ora, proprio con l'abbassamento delle temperature.

Sopporta fino a +3/+4 gradi per tutto l'inverno a substrato asciutto, tranne le innaffiature di innaffiamento per non fare raggrinzire gli pseudo, anche se la mia lo fa lo stesso.
Credo e penso che a temperature maggiori bagnandola maggiormente si disidrati meno.

A seconda delle temperature in cui viene sottoposta d'inverno fiorisce presto o tardi, non prima di avervi fatto prendere un colpo! :mrgreen:


@ Roby, per favore la tua ha già i getti?
ehm....ne ho già rotto uno togliendo le brattee secche, come mio solito Immagine
sempre per favore, ti ha fatto gli pseudo nuovi in mezzo a quelli vecchi?
grazie se mi vorrai dire - da pieracuriosa assai assai :mrgreen: che si scorda sempre di chiederti

:D

_________________
ciaociao
piera


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: coelogyne cristata
MessaggioInviato: 21 set 2011, 14:34 
Non connesso
veterano
veterano

Iscritto il: 31 lug 2009, 16:10
Messaggi: 689
Località: desenzano del garda
grazie ragazzi...piera, anche la mia ha qualche getto che suppongo siano floreali poichè i nuovi pseudobulbi li ha fatti in primavera dopo la fioritura...devo dire che averla tenuta in serra per tutta l'estate è stata una sofferenza, tanto che alcuni bulbi più grossi si sono un pochino raggrinziti nonostante l'umidità alta e le bagnature frequenti. da oggi sta fuori, prende un pochino di sole e aspetterà naturalmente il calo delle temperature.la porterò dentro quando le temperature saranno sotto i 10-8
grazie ancora
su


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: coelogyne cristata
MessaggioInviato: 21 set 2011, 15:40 
Non connesso
veterano
veterano
Avatar utente

Iscritto il: 17 lug 2008, 14:48
Messaggi: 798
Località: Parco del Ticino (Mi)
@ Piera.. è venuta anche a me la mania di togliere le brattee secche.. ed ogni volta che lo faccio mi vieni in mente tu :)

la C. cristata appena arrivata la bagnavo con cautela, poi ho visto che raggrinziva un po' gli pseudo, quindi sono passata alla fase... docce abbondanti tutti i giorni e bagno in acqua concimata ogni volta che l'avevo sottomano

i bulbi vecchi hanno leggere increspature, meno di quando è arrivata, i nuovi sono tiratissimi, tipo pomodori verdi, però hanno un diametro inferiore
i nuovi hanno tutti uno/due getti laterali in viaggio.. (ho tolto le brattee senza far danni :) ma non tutte)

ho il terrore di fare il classico sbaglio maldestro e dover attendere un anno per recuperare i danni
visto che quest'anno... sono decisamente dannosa... ho mandato a pallino alcune fioriture.. con steli in viaggio poi finiti male!!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: coelogyne cristata
MessaggioInviato: 21 set 2011, 23:31 
Non connesso
VIP
VIP

Iscritto il: 9 giu 2007, 15:00
Messaggi: 3740
Località: Napoli
Ciao Piera
Si ci sono 3 o 4 non ricordo pseudobulbi nuovi ma non al centro ma da quelli sui bordi, se è questo che ti interessava.
ancora non ho visto gemme da fiore, ma secondo me le temperature da noi devono ancora scendere, fino a 2 giorni fa avevamo 31 gradi.
Anche la mia è stata annaffiata tutti i giorni e in agosto aveva un ugello dedicato che la annaffiava tutte le mattine.

_________________
Immagine
Le mie orchidee Associazione orchidee AMAO


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: coelogyne cristata
MessaggioInviato: 22 set 2011, 13:37 
Non connesso
VIP
VIP

Iscritto il: 21 ott 2005, 23:34
Messaggi: 10580
Località: Provincia di Bergamo - mt 550 slm - zona climatica 7b (USDA)
Ciao,

@ Susannagloria,
non so se ti fa piacere sapere che non tutte le piante vanno coltivate in serra e questa è una delle tante e, da quello che racconti, la tua stessa pianta chiamava aria libera :mrgreen:
Questa conferma, riferita in generale alle orchidee, l'ho avuta da uno scritto della Sig.ra Giuliana, una Grande Appassionata con tantissimi anni di esperienza, socia ATAO - Associzione Triveneta Amatori Orchidee - puoi sincerarti tu stessa quanto scrive leggendo tutti i suoi messaggi

A mio personale parere, poi, non c'entra niente l'umidità alta dell'ambiente, cosa che tutti pensano sia la più importante, ma non è così se le innaffiature sono corrette e l'UR che sia alta o bassa alle piante in generale non interessa, naturalmente da quello che le mie piante mi hanno insegnato, confrontandomi con altri Veri Appassionati.
Certo è che l'UR aiuta i coltivatori quando hanno tante piante, magari con radici non nel substrato, ad innaffiare meno poichè le piante traspirano meno, allungando così di due o tre giorni le innaffiature che non possono di certo essere sostituite dall'UR alta nell'ambiente..
Per ritornare in tema, la Coelogyne cristata se ben coltivata emette pseudo per tutta la bella stagione, almeno la mia non ha mai smesso.



@ Spulki,
effettivamente è una pianta che richiede un sacco di acqua proprio e se i nuovi pseudo sono più piccoli vuol dire che hai dato poca acqua rispetto alla richiesta della pianta :mrgreen:
Certo, devi essere sicura che la tua pianta sia dotata di un buon substrato drenante ed aerato:
E' normale che i vecchi pseudo raggrinziscano un poco, ma svolgono egregiamente comunque il loro lavoro.

Non devi preoccuparti per commettere errori: questa è una pianta che anche se maltrattata in tutto lei fiorisce lo stesso, parola di piera! :mrgreen:
La mia, che ho mi pare da 4 o 5 anni, fino all'anno scorso è stata coltivata proprio all'estremo per imparare e sempre ha fiorito.
L'anno scorso, divisa e rinvasata con l'intento di coltivarla meglio? ebbene non ha fiorito Immagine
Questo anno curando bene le innaffiature è raddoppiata, non sta più nel vaso un'altra volta, tanto che l'anno prossimo riceverà un vaso grande così mi lascia in pace :mrgreen:
Dai, pure tu con le brattee secche? :mrgreen:
Ridiamo? personalmente ho la mania delle piante pulite e belle in tutto: ritengo che sia fondamentale per prevenire i vari malanni.
Anzi, tengo molto di più alla bella pianta che alla fioritura in sè, tanto che se non fiorisce? me ne può fregar di meno, ma se una foglia avesse anche solo una macchiolina? mi fa stare male. Immagine



@ Roby,
grazie per le risposte, effettivamente per imparare, stavo ad aspettare la differenza di tempo per l'arrivo dei getti nuovi a Napoli rispetto a Bergamo.
Poi, credo ti faccia piacere sapere che la mia ha fatto nuovi pseudo anche in centro e sopra quelli vecchi senza averla tagliata :mrgreen:

Aspettando le foto delle fioriture?

:D

_________________
ciaociao
piera


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: coelogyne cristata
MessaggioInviato: 22 set 2011, 16:40 
Non connesso
veterano
veterano

Iscritto il: 31 lug 2009, 16:10
Messaggi: 689
Località: desenzano del garda
piera...sempre grande...che posso dire...GRAZIE!!!
sapevo che la coelogyne non ama la serra, ma avendola presa da un coltivatore in serra, pensavo di diminuire lo stess da cambio ambiente almeno per questo primo periodo...sinceramente non la vedo in ottimo stato, anche perchè vero che vuole acqua ma ho avuto la sensazione che il substrato rimanesse troppo bagnato...sicuramente sbaglio io...devo imparare a gestirla, e per fare ciò devo solo osservare ed avere pazienza...l'ho imparato da te
grazie ancora e ciao
su

p.s. ot: sarò a Schio domenica...ci sarai?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: coelogyne cristata
MessaggioInviato: 23 set 2011, 13:55 
Non connesso
VIP
VIP

Iscritto il: 21 ott 2005, 23:34
Messaggi: 10580
Località: Provincia di Bergamo - mt 550 slm - zona climatica 7b (USDA)
Ciao,

@ Susannagloria, perchè dici che non la vedi in ottimo stato?
Se vuoi e se ti va, posta la e le foto e vediamo, sempre se ci riesco.

Mi dispiace tantissimo, ma per impegni improrogabili sopraggiunti non potrò essere nè a Schio nè a Thiene......
Buon divertimento a te!

:D

_________________
ciaociao
piera


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: coelogyne cristata
MessaggioInviato: 23 set 2011, 15:41 
Non connesso
veterano
veterano

Iscritto il: 31 lug 2009, 16:10
Messaggi: 689
Località: desenzano del garda
piera, eccoti le foto...in tre giorni che sta fuori mi sembra che alcuni bulbi si siano ulteriormente raggrinziti...mah
questo è uno dei nuovi, con getto in formazione
Immagine


Immagine

Immagine

Immagine

ecco fatto...spero che le notizie che mi darai non saranno pessime...ma accetto tutto
grazie
ciao
su


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: coelogyne cristata
MessaggioInviato: 24 set 2011, 20:19 
Non connesso
VIP
VIP

Iscritto il: 21 ott 2005, 23:34
Messaggi: 10580
Località: Provincia di Bergamo - mt 550 slm - zona climatica 7b (USDA)
Ciao,

non mi sembra proprio male, a parte le macchie nere sulle foglie, il seccume, il colore "giallino" degli pseudo e le "rughe" profonde.
Hai controllato lo pseudo grande, quello di colore marroncino, come lo senti al tatto? sempre se le foto non ingannano.
Dovresti controllare anche il substrato e se ci sono radici all'interno: l'idratazione che ha avuto fino'ora potrebbe essere data dall'UR alta che hai in serra.....

A mio parere era meglio acclimatarla all'esterno nella bella stagione, o almeno ai primi accenni di sofferenza, tieni controllato la consistenza degli pseudo ed il loro colore, non preoccuparti più di tanto se raggrinziscono un poco, altro non saprei dirti....
Tieni anche presente che gli pseudo vecchi pur restando belli verdi perdono le foglie con il tempo .....

:D

_________________
ciaociao
piera


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: coelogyne cristata
MessaggioInviato: 17 ott 2011, 11:38 
Non connesso
veterano
veterano
Avatar utente

Iscritto il: 17 lug 2008, 14:48
Messaggi: 798
Località: Parco del Ticino (Mi)
Domanda...

ora che faccio? a che temperature posso tenerla?
tra qualche giorno sarà il momento di archiviare cymbi e C.cristata

se per i cymbi ho le idee un po' + chiare sulla loro resistenza, anche se voglio sperimentare varie localizzazioni per osservare le differenze tra uno e l'altro
con la cristata, essendo la prima e la sola.. non vorrei fare danni irreparabili, ci tengo moltissimo a vederla fiorita.

che massime tollera? senza che rovinino o compromettano la fioritura?
può andare un ufficio con riscaldamento ad aria, dove le temperature notturne sono decisamente bassine? soprattutto nel we?.. quindi 5 gg con temperature tra i 15 notturni e i 22 diurni
e il we, e le feste, con temperature tra i 15 e gli 8 (che non dovrebbe essere la norma ma purtroppo succede spesso)
il cymbi ha gradito (scusate se continuo a fare il parallelo ma visto che dovrebbero gradire condizioni simili.. lo uso come termine di paragone)

grazie

ciao
Dany


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: coelogyne cristata
MessaggioInviato: 17 ott 2011, 12:29 
Non connesso
frequentatore
frequentatore

Iscritto il: 9 giu 2010, 21:03
Messaggi: 331
Località: Piacenza 60 m slm
a mio avviso sarebbe meglio non andare sopra i 15 di massima. E solo un parere, comuque se puo servire

La coltivazione

La coltivazione delle Coelogyne è facile quando si tiene conto delle caratteristiche vegetative di ogni singola specie (montando su corteccia quelle rampanti e coltivando in basket o in vaso le altre), e delle preziose informazioni relative al loro habitat di origine, in particolare riguardo all'altitudine, alle variazioni delle temperature nei vari mesi dell'anno ed alle loro oscillazioni tra giorno e notte, alla piovosità ed alla quantità di luce che ricevono giornalmente. A titolo di esempio riporto queste informazioni per quel che concerne l'habitat tipico della Coelogyne cristata; si consideri che le stesse informazioni valgono in pratica anche per altre Coelogyne indiane, tipo la C.ochracea, la C.corymbosa, etc.

Situazione climatica a Mukteswa (India): Lat. 29.5 N, Long. 79,7 E; alt. 2314mt


gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

pioggia mm
25
53
43
25
8
117
290
325
117
89
8
5

temp.max °C
10.6
12.2
16.1
20.6
23.9
23.9
20.6
20.6
20
18.3
16.1
12.8

temp.min °C
2.2
3.3
6.7
11.1
13.9
15
15
14.4
13.3
10
6.7
3.9

umidità %
61
55
50
39
44
67
91
93
83
66
55
56

giorni di sole
17
17
15
18
18
12
1
1
6
25
26
21


da questa tabella si possono dedurre le seguenti fondamentali informazioni:
la C.cristata, dopo la fioritura, che avviene tra marzo ed aprile, inizia la sua ripresa vegetativa con l'arrivo del monsone estivo, a giugno, e prosegue imperiosa fino ad ottobre, con pioggia quotidiana, e, spesso, torrenziale. Ad ottobre la pioggia comincia a ridursi, per arrestarsi nei mesi invernali; a queste altitudini l'elevata umidità ambientale d'inverno viene mantenuta essenzialmente dalla nebbia. Le temperature si mantengono fresche anche durante l'estate (non dimentichiamo che la C.cristata cresce in altura, spesso a 1.600-2600 mt, su alberi o rocce ricoperte di muschio, esposta al sole), ma scendono assai da dicembre a febbraio. Si narra che, in certe annate molto rigide, possa essere interessata anche da spruzzate di neve. Naturalmente queste sono le condizioni ottimali, ma estreme, che si verificano in natura, e che sono assai difficili da riprodurre da noi. In particolare, non riusciamo ad avere delle temperature estive così fresche di giorno e di notte. La C.cristata si dimostra, comunque, pianta molto adattabile, per cui è possibile coltivarla senza troppi problemi, almeno nel nord Italia. Durante l'estate è consigliabile tenerla in giardino (in serra infatti la temperatura estiva sarebbe troppo alta), in buona esposizione di luce (dando cioè tanta luce quanto la pianta riesce a sopportare senza bruciarsi) e và innaffiata molto, anzi moltissimo, quando tra maggio e giugno vediamo che il nuovo getto (non quello che ha fiorito, che invece abortirà) comincia a svilupparsi, producendo le prime radichette. È utile durante l'estate fertilizzare spesso, a concentrazioni molto diluite. Diminuire le annaffiature ad ottobre, quando la temperatura comincia a scendere. A novembre dovremmo aver ottenuto dei grossi pseudobulbi, gonfi e maturi. Possiamo a questo punto riporla in serra od in altro luogo riparato, riducendo in modo drastico qualsiasi annaffiatura e concimazione. Durante l'inverno dobbiamo conservare la pianta in un posto molto luminoso (in natura non piove più ed il cielo è sempre sereno), ma dotato di buona umidità relativa, spruzzandola di tanto in tanto, sopratutto qualora si vedesse che gli pseudobulbi si raggrinziscono troppo o le punte delle foglie si seccano. Lentamente, durante tutto l'inverno si accrescerà l'inflorescenza, che alla fine aprirà i suoi grandi fiori in primavera.
Questo comportamento colturale vale anche per altre Coelogyne indiane, che crescono in altura e che sono soggette alle piogge torrenziali del monsone estivo ed al freddo dell'asciutto monsone invernale. Per le Coelogyne che originano dalla Tailandia o dall'Indonesia o dalle Filippine, il discorso è un po' diverso, in quanto hanno una crescita continua durante l'anno, con un blando riposo invernale, e non devono mai essere lasciate totalmente all'asciutto né al freddo, neppure d'inverno. Dobbiamo perciò sapere con precisione da quale paese derivino le nostre Coelogyne, per non commettere errori fatali.


Substrato di coltura

Per quel che riguarda il substrato, se coltiviamo le Coelogyne in vaso è opportuno usare un composto che trattenga bene l'umidità di cui le fini radici hanno bisogno, ma che nel contempo sia ben drenante, per evitare marciumi radicali. Si può optare per bark di pezzatura medio-piccola, misto a perlite, sfagno e carbonella; altrimenti, se, come il sottoscritto, avete un'antipatia per il bark, si può usare una mistura di sola perlite e sfagno, che trattiene molto bene l'umidità ed ha un'ottima areazione ed un eccellente drenaggio; in quest'ultimo substrato è anche molto agevole l'operazione di rinvaso in quanto non si rischia di rovinare le radici, come invece avviene col bark, a cui le radici si attaccano saldamente. Le Coelogyne vengono molto bene anche in basket, foderato con muschio, e riempito con lo stesso substrato visto per i vasi, o con fibra di cocco o con semplice muschio (non sfagno, che muore e marcisce presto, ma un vero muschio, di sasso o di albero, piuttosto alto e soffice, che resta vivo nel basket); il basket è comunque indispensabile per le grandi Coelogyne, tipo la C.pandurata o la C.dayana. Altre Coelogyne, per il loro rizoma rampante, necessitano di essere montate su corteccia, come la C.elata.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 171 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 12  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it