HOME     

coltivare

vedere

leggere

acquistare



news

articoli

links

map

appuntamenti



forum

group

chat

contact

Orchidando.forum

Il forum delle Orchidee
Oggi è 26 nov 2020, 22:55

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 192 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 13  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 8 mag 2008, 23:33 
Non connesso
VIP
VIP

Iscritto il: 9 giu 2007, 15:00
Messaggi: 3740
Località: Napoli
Ciao a tutti! Innanzitutto tengo a precisare che a me personalmente interessa sperimentare tecniche di coltivazione e non ripetere pedissequamente quelle classiche.
Detto ciò, partiamo?


Impollinazione

01/06/2007
Ho effettuato l'autoimpollinazione di due fiori, prelevando le sacche polliniche dell'uno e impollinando l'altro e viceversa.

Voglio sottolineare che non avevo previsto la realizzazione di un post per cui non avevo effettuato delle foto ai fiori, quelli che vedete ora sono i fiori della fioritura attuale, ma sempre della stessa pianta.

Questo è uno dei due fiori:
Immagine


Per chi non avesse proprio idea di come si impollini una phalaenopsis, posto alcune foto esemplicative di dove siano collocati gli organi.


Le sacche polliniche sono posizionate alla punta della colonna e sono protette da uno scudetto
Qui si vedono quindi in trasparenza in direzione delle frecce:
Immagine


Lo scudetto invece si fa saltare tirando con uno stuzzicadente quella specie di unghia che spunta in basso
le due sacche polliniche sono tenute insieme da un filamento appiccicoso, e molto probabilmente resteranno attaccate allo stuzzicadente come due ciliege
Ecco l'unghia che tirando fa saltare lo scudetto:
Immagine


Una volta che le sacche polliniche sono attaccate allo stuzzicadente è necessario riporle nello stigma, l' organo femminile, un piccolo buco posto sotto la colonna, ecco un primo piano:
Immagine


Da questo momento in poi le foto sono invece quelle che ho realizzato a suo tempo



Dopo alcuni giorni dall'impollinazione effettuata, il fiore si è come appassito, ma i petali sono restati saldamente attaccati al picciolo


Fiore dopo 1 settimana dall'impollinazione
Immagine


Fiore dopo 19 giorni dall'impollinazione
Immagine



Nel frattempo sono passati 4 mesi e ho deciso di seminare uno dei due semi, è necessario preparare quindi l'occorrente:




Ingredienti per il terreno di coltura:

1,5 g concime NPK 15-11-29 (KB Gerani ) che è quello che uso normalmente per le orchidee
20 g di zucchero
1 g di carbone attivo macinato (è quello che si usa per gli acquari)
5 gocce di 66F (è uno fitostimolante)
1 litro di acqua demineralizzata
8 g di Agar Agar (è una gelatina che si usa in cucina ed è reperibile presso i negozio di alimentari cinesi, ovviamente esiste l'agar di tipo professionale che usano i laboratori chimici, ma costa di più e sinceramente non sapevo dove reperirlo.)




Preparazione terreno di coltura

Prima parte: ho fatto bollire 1/2 litro di acqua ed ho versato dentro i 20 g di zucchero gli 8 g di agar ed ho mescolato a fiamma bassa fino a quando l'agar non è risultato completamente sciolto.

parte seconda: In un'altra pentola ho messo un altro mezzo litro di acqua appena ha iniziato a bollire l'ho versata in un contenitore di plastica e li ho versato il concime, il carbone attivo in polvere e le 5 gocce di 66f, ho mescolato un poco e poi ho unito la parte prima e la parte seconda mescolandole per bene.

A questo punto ho versato in ogni barattolo (quelli della marmellata, maionese etc..) preventivamente puliti e lavati a fondo, il composto
circa 1,5 2 cm di altezza.
Ho tappato i barattoli.




Sterilizzazione del terreno di coltura:

Così come si fa per le conserve e le marmellate a questo punto è necessario sterilizzare il contenuto dei barattoli.
I metodi che normalmente si utilizzano sono l'autoclave, o la pentola a pressione, ma io non ho autoclave e non voglio usare la pentola a pressione, sinceramente non mi piace mettere quese cose dentro ad una pentola che poi utilizziamo per la nostra alimentazione, per cui ho tirato fuori un po di ricordi del liceo ed ho applicato uno degli esperimenti che ci facevano fare:
ho preso una normalissima pentola stertta ed alta, ho messo dentro 1 litro d'acqua ed ho aggiunto 1/2 kg di sale da cucina, questo innalza la temperatura di ebollizione a circa 110 115 gradi.
Dato che 1 litro d'acqua non è molto, ho dovuto sterilizzare i barattoli 1 per volta, ho avvolto il barattolo in uno strofinaccio in modo tale da non farlo sbatacchiare a destra e sinistra nella pentola ed ho portato ad ebollizione.
Il tempo di sterilizzazione è stato di 30 minuti per ogni barattolo, ovviamente calcolato dall'inizio di ogni ebollizione.

Terminata la sterilizzazione, ho fatto raffreddare a temperatura ambiente i barattoli.
Ho lasciato il terreno di coltura sterilizzato per una settimana, così da vedere la bontà della sterilizzazione.
Dopo una settimana nessun barattolo presentava muffe o altre cose.

In genere la semina si effettua in ambiente sterile, per cui è necessario avere una camera sterile, ma io avendo trovato in rete un documento che riportava un protocollo di semina senza camera sterile, ho voluto provare anche quello.
Quindi vi illustrerò prima il processo in camera sterile, o meglio come io l'ho realizzato, e poi vi descriverò il secondo metodo che viene attuato usando della normale varechina.




IMPORTANTE! Quello che ho descritto fin qui è la parte comune che interessa sia la semina con la cappa sterile che la semina SENZA cappa sterile.
Ora vado a descrivere i due metodi provati in contemporanea.





CON cappa sterile

Preparazione della camera sterile:
Questo è uno dei metodi che si usano per seminare in ambiente serile
A Cosa serve la camera sterile: come abbiamo visto i barattoli e il loro contenuto deve essere sterilizzato altrimenti muffe o batteri aggrediscono il terreno di coltura e rendono vana la nostra semina.
quindi anche la semina deve essere effettuata in ambiente sterile.
I semi contenuti nel baccello sono sterili fino a quando non viene inciso il baccello, ovviamente dato che è necessario che il seme e il tererno di coltura resti sterile anche dopo la semina,e necessario effettuare questa operazione in una camera sterile.

Come camera sterile ho utilizzato uno scatolone senza coperchio che ho rivestito con delle buste di plastica, ho effettuato due fori su uno dei lati, ed ho inserito nei fori due sezioni di bottiglia di plastica per fare passare le mie braccia.
Immagine

all'interno, applicato ai cilindri della bottiglia ho attaccato delle buste lunghe da congelatore così ho fatto delle maniche, all'estremità delle maniche ho messo degli elastici, così quando inserisco le mani coperte da guanti da cucina, le maniche restano ben chiuse sulle braccia e posso operare senza rischio di contaminazione.
Immagine

Immagine

La scatola in fase di semina l'ho spruzzata all'interno con varechina pura, ho posizionato dentro tutto l'occorrente anche questo debitanebte spruzzato, e quindi ho coperto la scatola con un foglio di plastica trasparente, anche questo spruzzato nella sua superfice interna con varechina pura.
Ho sigillato la scatola con del nastro adesivo.

l'occorrente che ho messo nella scatola è:
un vassoio di plastica che è diventato il piattino per operare, un taglierino, uno spruzzino con una soluzione di varechina al 50%, tutti i barattoli per la semina uno straccetto imbevuto di varechina.

a questo punto mi sono infilato i guanti ed ho infilato le braccia nella scatola, ho afferrato lo spruzzino ed ho inondato i guanti di soluzione al 50% di varechina, quindi ho nebulizzato ancora da tutte le parti della scatola e degli oggetti, baccello compreso.

Ho tagliato in due parti nel senso longitudinale il baccello e ad uno ad uno ho aperto i barattoli ed ho fatto cadere un po di peluria che era contenuta nel baccello in ogni barattolo.
Purtroppo in alcuni barattoli ne è caduta veramente tanta ed ha formato una montagnella.
man mano che seminavo ovviamente ritappavo i barattoli cercando di non impiegare troppo tempo.


alla fine della semina le uniche cose che vedevo nei barattoli era una polverina che navigava su un piccolissimo pelo d'acqua che è presente nel barattolo a causa della condensa che si crea dopo la sterilizzazione.


I risultati

1/11/2007, dopo 30 giorni dalla semina con cappa sterile
Immagine

17/11/2007
Immagine

1/12/2007 a due mesi dalla semina
Immagine

20/12/2007
Immagine






SENZA cappa sterile

Il metodo senza cappa sterile consiste nell'uso di una soluzione di varechina per sterilizzare i barattoli dopo aver seminato.
Come si procede, le fasi sono identiche a quelle precedenti, solo che si fanno senza proteggere nulla.
Si prepara una soluzione allo 0,5 % di varechina, io ho preso uno spruzzino da 500 ml di acqua demineralizzata ed ho messo dentro 2,5 ml di varechina.
A questo punto ho preso un piattino ho spruzzato nel piattino un poco di soluzione di varechina , ho tagliato il baccello con un taglierino ed ho fatto cadere un poco di semi nel piattino.
Ho mescolato un pochino i semini, quindi con un contagocce ho aspirato liquido e semini.
Ho aperto il primo barattolo, quindi con lo spuzzino l'ho inondato di soluzione di varechina dentro e fuori, tappo compreso.
A questo punto ho svuotato per bene il liquido ed ho messo dentro alcune gocce di semini con il contagocce.
Prima di chiudere ho spruzzato nel barattolo un po di soluzione di varechina (uno spruzzo solo va benissimo non deve esserci un acquitrino).
Ho tappato il barattolo e sono pasasto al successivo.


I risultati

1/11/2007, dopo 30 Giorni dalla semina SENZA CAPPA STERILE si intravedono i semini (protocormi) che cominciano a diventare verdi.
Immagine






Immediatamente dopo la semina, nell'attesa dei risultati

Ho messo i barattoli sia quelli seminati in cappa sterile che quelli SENZA cappa sterile, in una zona della casa normalmente illuminata e a temperatura ambiente, a inizio ottobre erano circa 22 23 gradi, ma poi la temperatura è cominciata a scendere ed ho pensato di fare una sorta di germinatoio.

Ho acquistato una bacinella con coperchio, ed ho messo dentro i barattoli, per riscaldare ho messo dentro una lampada a risparmio energetico da 25 W, l'ho sollevata di 7, 8 cm dal fondo.

La temperatura si attesta sul fondo della vasca intorno a 26 gradi nella zona più prossima alla lampada, e a 23 gradi nella zona più lontana, mentre a contatto con il coperchio quindi nella zona alta della scatola, siamo intorno a 29 gradi.
Immagine





Ripichiettaggio

12/1/2008
Ho eseguito il ripicchettaggio in due bottiglie di succo di frutta, messe in orizzontale.
Il tutto è stato ripicchettato su di un terreno di coltura identico alla descrizione iniziale, MA CON l'aggiunta di 30 g. di frullato di banana.

Considerazioni personali a fine sperimentazione.
A mio modesto parere e dall'esperienza vissuta in questa sperimentazione "in contemporanea" con i due metodi, mi sento di dire che i due metodi si equivalgono, e, a dimostrazione di quanto dico, vi mostro i risultati pressochè identici dei due metodi dopo il ripicchiettaggio


In cappa sterile
Immagine

SENZA CAPPA STERILE, ma usando SOLO acqua demineralizzata con varechina allo 0,5%
Immagine



Sempre SENZA CAPPA STERILE

19/01/2008 Prima foglia spuntata
Immagine


4/02/2008 Le prime radici
Immagine




17/2/2008 Si cambia metodo di coltivazione posizionate su sfagno e somministrato previcur.
Immagine


Vorrei sottolineare di nuovo che a me personalmente non interessa seguire la prassi comune, ma sperimentare e provare nuovi metodi per vedere quel che accade e cosa accade: troppo affascinante!!

Prima di concludere vorei ringraziare pubblicamente la PROF, la mitica Piera che ha fatto un super lavoro per rendere questo post degno di essere presentato. GRAZIE GRAZIE GRAZIE

per seguire la crescita delle piantine


Ciao
Roberto


Ultima modifica di roby il 12 mag 2008, 20:13, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 9 mag 2008, 6:29 
Non connesso
frequentatore
frequentatore
Avatar utente

Iscritto il: 27 giu 2006, 6:27
Messaggi: 381
Località: campoformido(UD)
E' molto interessante,grazie grazie.
Leggendo questo post mi è venuta la voglia di provare.

_________________
CIAO,CIAO
ELENA


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 9 mag 2008, 10:13 
Non connesso
Moderator
Moderator
Avatar utente

Iscritto il: 28 lug 2005, 14:59
Messaggi: 485
Località: Lucca
Complimenti! davvero interessante


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 9 mag 2008, 10:42 
Non connesso
frequentatore
frequentatore
Avatar utente

Iscritto il: 18 feb 2008, 12:38
Messaggi: 388
Località: Milano
w-o-w!!!! :shock:
Complimenti davvero Roberto!!! :clap:
...forse è la volta buona che mi decido a "sperimentare" anche io!:)
Ciao.

_________________
Centinaia di fiori in primavera, la luna in autunno, la brezza fresca d'estate, la neve in inverno.
Se non occupi la tua mente in inutili cose, ogni stagione è per te una buona stagione


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 9 mag 2008, 14:21 
Non connesso
VIP
VIP

Iscritto il: 21 ott 2005, 23:34
Messaggi: 10580
Località: Provincia di Bergamo - mt 550 slm - zona climatica 7b (USDA)
Ciao!

:oops: :oops: :oops:

sempre detto che sei un genio! :clap:

:D :P

_________________
ciaociao
piera


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 10 mag 2008, 18:40 
Non connesso
VIP
VIP

Iscritto il: 9 giu 2007, 15:00
Messaggi: 3740
Località: Napoli
Grazie veramente gentili, spero veramente che la mia esperienza possa servire a chi voglia cimentarsi con questa affascinate esperienza :D

@piera mai geniale quanto te!!!!
visto che non ho la faccina col ciuffo uso questa :drink:

Salutoni
Roberto


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 10 mag 2008, 18:49 
Non connesso
VIP
VIP
Avatar utente

Iscritto il: 25 gen 2008, 12:36
Messaggi: 1007
Località: REGGIO EMILIA
che aggiungere se non anche i miei complimenti per tanta pazienza, precisione e amore nel fare questi esperimenti interessantissimi!!!
e soprattutto grazie di condividerli con tutti noi!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 11 mag 2008, 15:59 
Non connesso
visitatore
visitatore

Iscritto il: 21 mar 2006, 19:05
Messaggi: 93
Località: San Vito Chietino, sulla costa abruzzese
Ti faccio i miei complimenti, questo esperimento è davvero interessante!
Vorrei chiederti come si effettua il ripicchettaggio, nel post non hai dedicato molto spazio a questa parte, ed essendo inesperta, mi piacerebbe sapere dettagliatamente come si fa, ovviamente se non ti disturba raccontarlo!
Grazie e complimenti ancora!

_________________
Mary


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: COMPLIMENTISSIMI
MessaggioInviato: 11 mag 2008, 19:16 
Non connesso
frequentatore
frequentatore
Avatar utente

Iscritto il: 24 nov 2006, 19:51
Messaggi: 331
Località: Perugia
per tutto, l'idea geniale , il servizio fotografico...
Ho provato ad impollinare, due fiori di phal di due piante diverse, è andata a buon fine in entrambi i fiori ma oggi, per non sforzare le piante trppo giovani ho tagliato il baccello con i presunti semi.
Il difficile di certo è ....far germinare i semi, intanto già sapere che si possono avere semi è una buona strada.
Ancora complimenti.
Carla


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 11 mag 2008, 22:25 
Non connesso
frequentatore
frequentatore

Iscritto il: 1 set 2005, 13:38
Messaggi: 338
Località: salerno
Scusa Roby ma c'e' forse un errore di data nelle tue prime due foto grandi?
I miei complimenti per la tua bella e completa esperienza!
Michele


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12 mag 2008, 10:04 
Non connesso
frequentatore
frequentatore
Avatar utente

Iscritto il: 10 dic 2007, 15:54
Messaggi: 237
Località: Varese (Albizzate)
Veramente veramente complimenti! :D
Una domanda (io sono ignorante): in cosa consiste il ripicchettaggio?

_________________
Alessandro


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12 mag 2008, 14:34 
Non connesso
veterano
veterano
Avatar utente

Iscritto il: 4 dic 2007, 20:27
Messaggi: 844
Località: Roma
Spettacolo, spettacolo e arispettacolo.

Complimenti !!!! :D

ciao
francesco

_________________
Sboccia un fiore malgrado nessuno lo annaffierà...
Immagine
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12 mag 2008, 20:32 
Non connesso
VIP
VIP

Iscritto il: 9 giu 2007, 15:00
Messaggi: 3740
Località: Napoli
micki58 è vero non si tratta del 2006 ma del 2007, ho corretto, grazie.

Grazie a tutti, molto gentili.

Il ripichettaggio consiste nel diradare suddividendo i protocormi in altri barattoli. Ovviamente questa operazione consente anche di dare un nuovo terreno di coltura alle piantine.

Io ho provato a fare questa operazione sia in cappa sterile, sia con il metodo senza cappa sterile.
In entrambi i casi mi sono aiutato con un cucchiaino al quale avevo applicato una prolunga .
ho prelevato un poco di semi da un barattolo e li ho messi in quella bottiglia di succo di frutta messa in orizzontale.
ovviamente in cappa sterile è stato più difficile, perchè in un ambiente così angusto come lo scatolone chiuso e appannato non ci si muove bene.
Mentre senza cappa sterile ovviamente è tutto più semplice.
Anche in questo caso ho spruzzato la soluzione di varechina allo 0,5%.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 20 mag 2008, 16:30 
Non connesso
frequentatore
frequentatore
Avatar utente

Iscritto il: 18 feb 2008, 12:38
Messaggi: 388
Località: Milano
Cita:
Ingredienti per il terreno di coltura:

1,5 g concime NPK 15-11-29 (KB Gerani ) che è quello che uso normalmente per le orchidee
20 g di zucchero
1 g di carbone attivo macinato (è quello che si usa per gli acquari)
5 gocce di 66F (è uno fitostimolante)
1 litro di acqua demineralizzata
8 g di Agar Agar (è una gelatina che si usa in cucina ed è reperibile presso i negozio di alimentari cinesi, ovviamente esiste l'agar di tipo professionale che usano i laboratori chimici, ma costa di più e sinceramente non sapevo dove reperirlo.)

Scusa Roby...avrei un dubbio.
Al posto del KB Gerani...può andare anche un altro tipo di fertilizzante con diverso NPK? Magari un fertilizzante liquido!?
...sto facendo un po' di fatica a trovarlo! :oops:
Grazie.
Alice

_________________
Centinaia di fiori in primavera, la luna in autunno, la brezza fresca d'estate, la neve in inverno.
Se non occupi la tua mente in inutili cose, ogni stagione è per te una buona stagione


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 20 mag 2008, 16:52 
Non connesso
VIP
VIP

Iscritto il: 9 giu 2007, 15:00
Messaggi: 3740
Località: Napoli
Ciao
Credo che possa andar bene un qualsiasi concime che usi per le orchidee.
Liquido non saprei il problema è capire la dose.
Se lo devi acquistare non badare alla marca, piuttosto guarda i valori di NPK, ne trovi tantissimi in polvere con tittoli simili al mio o il calssico 20-20-20 che si usa per le orchidee.
Pensa che il mio è venduto come specifico per gerani, e io in casa non ho neanche 1 geranio, ma lo usavo per tutte le piante da fiore con ottimi risultati, prima che una carissima amica :roll: mi inviasse il 20-20-20 e il 30-10-10, che da noi sono introvabili.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 192 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 13  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it